Contatti


Per informazioni
0157387100 ,Cell
3928227059

consulenza.retecommerciale@gmail.com


Google+ Followers

Iscriviti al blog sarai aggiornato

Visualizzazioni totali

Pagamenti .Cosa fare,come agire nella crisi .



Questo post riguarda indifferentemente sia le aziende che i venditori.
Parliamo dei pagamenti.
Ricordatevi sempre che, piú tempo passa dal ricevimento del corrispettivo, meno guadagnamo e piú aumentano le possibilità di essere frodati.
In Europa il pagamento fra le ditte si effettua mediamente in meno di 60 giorni e questa é una direttiva del Parlamento Europeo.
L ' Italia invece continua a essere multata per il non rispetto della legge comunitaria.
I casi d'insolvenza, anche dell' amministrazione pubblica, sono in continuo aumento.
Purtroppo vorrei ricordare che, a differenza dal passato, vantare dei crediti, in particolare con l' amministrazione pubblica, non é piú considerato un punto di forza per avere soldi in prestito  dalle banche.
Molti istituti di credito chiudono i fidi o li negano proprio perché le aziende loro clienti hanno crediti con l' amministrazione pubblica e con privati, ritenuti inesigibili nel breve..
Ricevo continue testimonianze su questo argomento.
L' ' Italia é davvero messa male e credetemi perché lavorando spesso  all ' estero,  non riesco a non fare paragoni tra le incredibili difficoltà di lavoro in Italia e le enormi facilitazioni che hanno i nostri concorrenti oltre confine.
Ma lasciamo stare se no mi deprimo  .
Ecco alcune regole basilari che dobbiamo tutti seguire :

1)Le aziende devono essere certe che saranno pagate finito il lavoro. In questo periodo sconsiglio caldamente di ricevere pagamenti troppo lunghi.Massimo ottanta giorni, ma solo con chi conosciamo.

2)Se il nostro cliente ci chiede o una rateizzazione o una dilazione, dobbiamo saperlo prima di iniziare il lavoro e deve darci garanzie non solo verbali. Ci sono diversi modi per far questo. Davanti a dubbi,   é obbligatorio  rinunciare. Lavorare gratis é folle.

3)I venditori non partecipano agli utili dell' azienda e quindi non possono partecipare alle perdite.
Trenta giorni per ricevere il nostro spettante maturato sono già troppi.
Sessanta giorni solo nel caso di un rapporto di lavoro consolidato da tempo, ma non deve essere una regola.
Voglio ricordare a tutti che, in Italia, ricorrere alle vie legali per riscuotere il nostro spettante é molto difficile e costoso e, se si vogliono riscuotere cifre modeste persino sconveniente, quindi evitiamoci problemi.

4)Meglio pochi e maledetti, ma subito, che tanti alle calende greche. Applicare uno sconto reale per avere il pagamento immediato é un'ottima soluzione e un ottimo metodo per scremare i cattivi pagatori. Ricordatevi del detto"Piuttosto che niente, meglio piuttosto".

5) Affidatevi a persone esperte in questo campo, non lasciate niente al caso. Un responsabile commerciale esperto e onesto, nel medio-breve termine, vi farà risparmiare capitali e tribunali fallimentari.
Attimolibero

Se il blog ti è stato utile, puoi registrarti attraverso Google connect sopra e se vuoi avere il mio aiuto per la tua azienda contattami attraverso il link   Sviluppo d'impresa

Nessun commento:

Assistenza legale gratuita

Reti vendita e rappresentanze dirette

Costruzione,sviluppo reti vendita.

La crisi è uno stato mentale e diventare imprenditori vincenti si può,se hai persone valide che collaborano con te. Creazione Reti Commer...