Contatti


Per informazioni
0157387100 ,Cell
3928227059

consulenza.retecommerciale@gmail.com


Google+ Followers

Iscriviti al blog sarai aggiornato

Visualizzazioni totali

Dieci buoni motivi per non fare l'agente di commercio,in Italia.



Dedicato in particolare ai giovani.


So benissimo che per avere blog e siti di successo sia indispensabile raccontare che tutto è possibile nella vita, purtroppo il mio carattere e la voglia di non essere una marionetta, o il classico Fantozzi m’impedisce di farlo.



Dieci buoni motivi per non fare l’agente di commercio.

Ti consiglio prima di leggere il mio post di andare su questo link 
Idee sbagliate sulla categoria.Di Gianni di Pietro  
dove troverai un interessante articolo scritto da una delle persone più preparate in questo settore.


1Motivo:Siamo in troppi.
Siamo esageratamente in troppi.Cinque volte di più rispetto alla Germania, Francia, Inghilterra. Una guerra tra poveri. Molti agenti in realtà sono solo persone costrette a svolgere questo mestiere per sopravvivere, senza nessuna preparazione.


 2)Motivo:Italia povera.
  Francia, Germania, Inghilterra sono paesi con un prodotto interno lordo, molto superiore a quello italiano. In poche parole troverai cinque volte di più concorrenti, spesso disperati e disposti a lavorare per un pezzo di pane e avrai un mercato molto più ristretto e se per caso risiedi nell’Italia meridionale… beh lasciamo stare va.


3Motivo:Poco capitalizzate 
Spesso le aziende italiane sono poco competitive e poco capitalizzate. In poche parole fanno fatica a reggere. Se non hanno capitali per loro, figurati se possono elargirli ai venditori.


4Motivo: Tasse, burocrazia 
 e costi fissi in Italia sono più pesanti rispetto agli altri paesi. Questo colpisce tanto le aziende e conseguentemente i venditori.


5Motivo: Paese allo sfascio 
L’Italia è un paese in profonda crisi, da molti anni a causa delle politiche sbagliate. La follia di pensare di reggere il confronto con i paesi emergenti abbassando gli stipendi, o trasformando tutti in precari ha ottenuto il bel risultato che il reddito pro capite diminuisce ogni anno e oggi non siamo neanche più competitivi con i nostri partner diretti.


6Motivo. La popolazione invecchia. 
Le politiche sbagliate sulla natalità stanno trasformando questo paese in una vera e propria casa di riposo e se pensi che gli immigrati sopperiranno a questo problema sei un illuso. E’ ovvio che le esigenze degli anziani, medicine a parte siano minori rispetto ai giovani, con le inevitabili conseguenze sul piano reddituale.


7Motivo:Non compreso il cambiamento. Rispetto al 2008 il mondo del commercio è totalmente cambiato, ma molte aziende italiane sono organizzate come vent’anni fa. In poche parole è come se un’industria automobilistica assemblasse le auto senza l’ausilio della catena di montaggio e dei robot, sperando di essere competitiva. Manager competenti, responsabili agenti capaci potrebbero risolvere ogni problema qui elencato, ma sono rare le aziende ad averli .Discorso che faccio da sempre su questo blog.


8 Motivo: Prodotti stanchi. 
Mettiti da parte di un potenziale cliente che ogni giorno deve ricevere la visita di più venditori che trattano gli stessi prodotti. Quanto sei felice di ricevere continuamente offerte dai vari operatori telefonici,o dell’energia?


9Motivo:Assenza di tutele. 
Come spiega,l’ottimo Gianni di Pietro,la nostra professione non ha tutele. A dirla tutta nessuna professione,in Italia ha tutele,tranne quella dei politici,dei boiardi di stato. Nessuno ci protegge,non è riconosciuta la professionalità e il trattamento pensionistico è assolutamente inesistente,per non dire dell'assistenza alla maternità,ecc .


10motivo:Individualismo.
Anche gli agenti,come purtroppo quasi tutte le altre professioni,tranne i politici e i boiardi di stato sono degli individualisti. Ognuno è più furbo dell’altro. Potremmo essere una categoria potente in grado di influenzare la politica e invece siamo dei "pirla",che preferiscono trovare soddisfazione dalle disgrazie dei nostri colleghi.



Conclusione:Cambiate prospettiva .

Nessuna professione è stata risparmiata dalla crisi in Italia Se prendiamo per esempio gli avvocati sono in una situazione similare alla nostra,ma potrei elencare decine di altre professioni. I motivi sono circa gli stessi descritti qui sopra. Il problema è che il nostro paese è proprio in una crisi,non più solamente economica che non sembra aver fine.

Se fossi giovane, me ne andrei via da questo paese. Non è detto che farei fortuna trasferendomi all’estero,ma almeno vedrei altre realtà e se  dovessi ritornare in questo mortorio,avrò acquisito più preparazione,o nuove esperienze.
Secondo Voi sbaglio?

Di Corrado
Iscriviti al blog,con Google Connect se vuoi rimanere aggiornato


Nessun commento:

Assistenza legale gratuita

Reti vendita e rappresentanze dirette

Costruzione,sviluppo reti vendita.

La crisi è uno stato mentale e diventare imprenditori vincenti si può,se hai persone valide che collaborano con te. Creazione Reti Commer...